PER RISCALDARTI AFFIDATI A UN PROFESSIONISTA
DELL'EFFICIENZA
ENERGETICA

Innovare gli impianti termici centralizzati può portare a numerosi vantaggi, dal risparmio economico al maggiore rendimento delle caldaie.

La sostituzione della vecchia caldaia o la realizzazione di un nuovo impianto termico rappresentano un vero e proprio investimento, che consente di ridurre i costi energetici e nel contempo di accrescere il valore della propria abitazione. Per un intervento così importante è fondamentale quindi rivolgersi ad un installatore affidabile e qualificato. Sarci è in grado di garantivi un lavoro a regola d’arte.
Con le caldaie a condensazione di ultima generazione vengono superati in gran parte i limiti strutturali: leggere, piccole e silenziose, possono essere installate in ogni luogo del palazzo.

Le caldaie a condensazione

Le caldaie che oggi vengono installate sono quelle a condensazione. Installiamo tutto ciò che è necessario all’ottimale funzionamento, al maggior risparmio e a norma di legge.
Una centrale termica Sarci è garanzia di qualità con apparecchiature che non troverete altrove come il trasformatore di isolamento, fondamentale su Roma,
e il contacalorie, per determinare univocamente i consumi involontari dei signori condomini.
I nostri impianti sono sempre dotati di scambiatore a piastre, a protezione delle nuove caldaie, di defangatore magnetico e filtro a y, per acqua di impianto sempre perfetta, e di addolcitore, fondamentale oltre che obbligatorio secondo la normativa vigente.

Scegliete la centrale termica più adatta a voi

Il principio di funzionamento di una caldaia a condensazione si basa sul recupero di calore dai fumi della combustione. Negli ultimi tempi si è vista una crescita delle installazioni delle caldaie a condensazione. Questo perché sotto i 400 Kw non è più possibile sostituire la propria caldaia con una di tipo tradizionale infatti il Regolamento UE n. 813/2013 stabilisce che non si possono immettere sul mercato generatori a gas e/o a gasolio di potenza minore a 400kW, i cui valori di efficienza media stagionale (parametro Etas) siano inferiori a 86%. Le moderne caldaie a condensazione rispondono ai requisiti richiesti dal Regolamento.

Le caldaie a condensazione, grazie al recupero del calore dai fumi della combustione hanno una maggiore performance, e quindi un minor consumo di combustibile, rispetto a un generatore tradizionale.

Il calore dei fumi di combustione viene fatto condensare recuperandone l’energia termica. In questo modo, a parità di metano o GPL consumato, si ha un rendimento maggiore e quindi un maggior risparmio.

I generatori a condensazione possono funzionare su qualsiasi tipo di impianto di riscaldamento.

La resa della caldaia dipende direttamente dalla temperatura dell’acqua che circola nell’impianto. Più la temperatura dell’acqua è bassa, maggiore sarà la condensazione, più alto sarà il rendimento e maggiore sarà il risparmio. Il rendimento è maggiore anche nei classici impianti a termosifoni mantenendo una temperatura di esercizio intorno ai 70°C con un reale abbattimento dei costi. Mediamente l’aumento del rendimento che si ottiene sostituendo la propria caldaia con una a condensazione è del 17%. Se l’edificio/struttura è dotato di un buon isolamento termico, la convenienza che si ha installando una caldaia a condensazione è ancora maggiore. L’impianto funzionerebbe infatti ad una temperatura inferiore facilitando maggiormente la condensazione dei fumi all’uscita del generatore. Le moderne caldaie a condensazione hanno inoltre la capacità di modulare la quantità di calore fornita in base alla reale richiesta con conseguente risparmio economico. Le caldaie a condensazione sono adatte sia al riscaldamento che alla produzione di Acqua Calda Sanitaria e integrabili con altri tipi di impianto per esempio un impianto solare termico. L’installazione di un impianto a condensazione può usufruire dell’Ecobonus con detrazione al 50%.

Il funzionamento di una pompa di calore è simile a quello di un comune frigorifero ma invertito. Infatti, mentre un frigorifero sottrae il calore dagli alimenti contenuti al suo interno per poi cederlo all’ambiente circostante mediante la serpentina posta sul retro, una pompa di calore aria-acqua preleva calore dall’aria esterna restituendolo agli ambienti interni. L’aria esterna infatti contiene sempre energia termica. Tale energia è sfruttabile dalle pompe di calore.

L’aria dell’ambiente esterno passa nell’evaporatore della macchina. L’evaporatore è uno scambiatore in cui un gas frigorigeno (Freon), allo stato gassoso, sottrae calore all’aria. Successivamente un compressore aumenta la pressione del fluido che acquista ulteriore calore. Aumentando la pressione del gas infatti se ne aumenta di conseguenza anche la temperatura. Il Freon passa poi attraverso un condensatore dove, tornando allo stato liquido, cede il calore acquistato all’acqua di impianto.

Infine il gas passa attraverso una valvola di espansione che ne riduce la pressione e lo riporta allo stato gassoso di modo che il ciclo possa ricominciare.

Le pompe di calore sono macchine altamente performanti soprattutto se utilizzate con impianti a bassa temperatura o a integrazione con impianto solare termico. L’efficienza di una pompa di calore è misurata dal così detto Coefficiente di Prestazione COP (Coefficient of Performance), che indica il rapporto tra energia elettrica consumata ed energia termica prodotta. Per esempio una macchina che ha COP=3 per ogni KW termico fornito consumerà un KW elettrico.

Gli impianti a pompa di calore sono idonei sia al riscaldamento che alla produzione di Acqua Calda Sanitaria e sono integrabili con altri tipi di impianto a supporto per esempio l’integrazione con un impianto solare termico o una caldaia a condensazione.

In base alle situazioni, da valutare caso per caso insieme ai nostri ingegneri, è possibile scegliere un impianto monovalente (con pompa di calore come unico generatore) o bivalente (con un generatore a supporto della pompa di calore).

L’installazione di un impianto a pompa di calore può usufruire sia dell’Ecobonus con detrazione al 65%, sia del Conto Termico con rimborso del 65% e spesa iniziale del solo 35% del costo totale.

Un impianto solare termico riduce di molto la spesa dell’energia per la produzione di acqua calda sanitaria e riscaldamento garantendo un risparmio concreto ed eco-sostenibile grazie alla riduzione delle emissioni di CO2 in accordo con la normativa europea.

Questo tipo di impianto o è perfetto per essere integrato a un impianto di riscaldamento e di produzione acqua calda sanitaria. Il sole infatti fornisce energia sempre gratuita e disponibile. Il risparmio del combustibile è concreto arrivando a un taglio dei consumi per la produzione di ACS del 60% e per il riscaldamento del 35%.

L’istallazione usufruisce delle agevolazioni statali quali Detrazione Fiscale e Conto Termico e grazie alla Cessione del Credito, e a pagamenti dilazionati a misura del cliente, con la minima spesa iniziale e un rimborso in breve tempo Vi aiuteremo ad ottenere la massima efficienza energetica e il maggior risparmio.

La SARCI Servizi S.r.l. propone soluzioni impiantistiche di alto profilo col massimo comfort. I nostri ingegneri Vi supporteranno nella scelta dell’incentivo più conveniente al Vostro caso. Con una progettazione accurata garantiamo la migliore soluzione con la minima spesa e il massimo rendimento energetico.

Le principali agevolazioni disponibili oggi sono l’Ecobonus, che prevede un rimborso spalmato in 10 anni sotto forma di detrazione fiscale e il Conto Termico, che prevede il rimborso tramite bonifico erogato fino ad un massimo di 5 anni. I nostri ingegneri Vi aiuteranno a scegliere la tipologia di incentivo più conveniente e con la minima spesa iniziale.

ECO BONUS

L’Ecobonus, previsto dalla Legge di Bilancio 2019, è un’agevolazione che, per quanto concerne gli impianti termici e di climatizzazione, prevede la possibilità di detrazione a livello fiscale del 50% o del 65%. La detrazione sarà spalmata in 10 anni in rate di pari importo.

Detrazione fiscale 65%: l’incentivo consiste in una riduzione sull’imposta IRPEF (persone fisiche) per interventi su case di abitazione e/o parti comuni di condominio.

Modalità di erogazione dell’incentivo: il 65% della spesa sostenuta viene restituito in 10 rate annuali sotto forma di detrazione IRPEF.

Interventi incentivabili: l’acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti e fino a un valore massimo della detrazione di 100.000 euro (per beneficiare della detrazione è necessario che gli interventi effettuati portino a un risparmio di energia primaria pari almeno al 20%); gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro; l’acquisto e posa in opera di generatori d’aria calda a condensazione.

Detrazione fiscale 50%: l’incentivo consiste in una riduzione sull’imposta IRPEF (persone fisiche) per interventi su case di abitazione e/o parti comuni di condominio. Per la sostituzione delle caldaie centralizzate con nuovi impianti a condensazione è possibile usufruire della detrazione fiscale al 50% per il risparmio energetico.

Modalità di erogazione dell’incentivo: viene restituito il 50% della spesa sostenuta in 10 rate annuali sotto forma di “sconto” sull’imposta IRPEF.

Interventi incentivabili: sostituzione impianto di climatizzazione invernale con una nuova caldaia a biomassa; sostituzione impianto di climatizzazione invernale con una nuova caldaia a condensazione in classe energetica A; interventi di efficientamento energetico; messa a norma degli impianti.

CONTO TERMICO

E’ un incentivo per gli interventi di efficienza energetica e produzione di energia termica da fonti rinnovabili, tra cui gli impianti a pompa di calore, introdotto nel 2012 e destinato a soggetti privati (anche tramite una ESCO) e Pubblica Amministrazione. Modalità di erogazione dell’incentivo A differenza della Detrazione Fiscale, il Gestore Servizi Energetici (GSE) versa direttamente il rimborso in conto corrente.

Interventi incentivabili:

  • pompe di calore;
  • caldaie e stufe a biomasse;
  • installazione di impianto solare termico;
  • scalda acqua a pompa di calore;
  • impianti ibridi a pompa di calore;
  • interventi per l’incremento dell’efficienza energetica degli impianti termici.

CONFRONTO TRA LE DUE TIPOLOGIE DI INCENTIVO

Rimborso in denaro effettuato tramite bonifico Rimborso come detrazione della quota parte annuale dai contributi fiscali Conto Energia Termico Eco Bonus Incentivo erogato fino a un massimo di 5 anni Rimborso erogato in 10 anni Copre solo interventi di incremento dell’efficienza energetica Si può richiedere anche per l’acquisto di elettrodomestici se legati alla ristrutturazione.

COME SCEGLIERE TRA I DUE INCENTIVI?

I nostri ingegneri Vi aiuteranno a valutare la convenienza di un’agevolazione rispetto sulla base alla dei costi da sostenere dopo un’accurata valutazione dei dati.

Primo anno anno gratuito!

In caso d’accettazione dei lavori si offre il PRIMO ANNO GRATUITO per il contratto di manutenzione ordinaria e Terzo Responsabile della centrale termica.

Altri servizi offerti da Sarci